Sito in evidenza: Chalcatzingo

Il sito preclassico di Chalcatzingo si trova nel Messico centrale, nell’odierno Morelos. Questo sito è formato da roccia ignea e forma un passaggio attraverso il quale i viaggiatori potevano accedere a Puebla ad est, dove sono state trovate vaste risorse. Data questa situazione ideale, Chalcatzingo era un importante asse commerciale, soprannominato da Michael Coe come “il più importante sito di altipiani Olmechi.”Tuttavia, non sembra essere iniziato come un sito chiaramente olmeco. L’archeologo che ha scavato la maggior parte di Calcatzingo, David Grove, stima che il sito sia stato fondato da 1500 AC e fiorì intorno a 700 anni dopo, in coincidenza con l’apogeo del sito olmeco di La Venta.

Siti del periodo preclassico / formativo, tra cui Chalcatzingo. Immagine gentilmente concessa da Wikimedia Commons.

Rotte commerciali

Questa correlazione con i siti Olmechi suggerisce che Chalcatzingo sperimentato grandi quantità di commercio dal cuore degli Olmechi nella costa del Golfo, e possibili alleanze matrimoniali pure. Gli studiosi tendono a favorire un rapporto più amichevole tra Calcatzingo e la costa del Golfo piuttosto che uno costruito sulla conquista o invasione.

Queste relazioni non solo hanno giovato economicamente a Chalcatzingo, ma hanno anche influenzato l’espressione artistica del sito. È durante il punto di massima interazione e influenza che vediamo apparire lo stile artistico olmeco a Chalcatzingo.

Arte monumentale& Incisioni rupestri

L’arte di Calcatzingo consiste in petroglifi monumentali, immagini scolpite in grandi massi lungo la periferia del sito. Forse l’esempio più famoso di questi petroglifi è Petroglyph o Monumento 1, conosciuto piuttosto erroneamente come “El Rey” o ” Il Re.”In effetti, la figura mostrata nell’immagine è femminile, indicata dalla gonna che indossa. Questa figura sembra essere un leader o governatore, e tiene una barra cerimoniale tra le sue braccia. Si siede all’interno di una grotta che emette nebbia e vento, e sopra la sua caduta gocce di pioggia e preziosi cerchi di giada. Questa scena sembra alludere a un sovrano che chiede agli dei fertilità e abbondanza per il suo popolo.

Monumento di Calcatzingo 1. Proprietà immagine di LatinAmericanStudies.org.

Il monumento 9 chiarisce la strana forma della grotta in cui si trova il sovrano. Attualmente conservato in una collezione privata, ha la forma di una porta di sorta, formata in un quadrifoglio (o quattro lobi) a forma di. Il centro di questo monumento è scolpito in modo che le persone– probabilmente governanti– possano entrare e uscire da esso. Ciò suggerisce che ha funzionato in modo simile a quello suggerito sul Monumento 1: come un luogo dove un sovrano potrebbe entrare nel cuore della terra e petizione per le precipitazioni.

Altre scene a Chalcatzingo mostrano figure feline, sia in piedi sotto gocce di pioggia che cadono che in procinto di attaccare figure umane. Queste immagini, meno comprese di altre a Calcatzingo, sembrano anche essere associate a suppliche per la pioggia. Ciò è confermato dal fatto che durante la stagione delle piogge, le cascate d’acqua nei torrenti lungo i fianchi delle montagne, creando fiumi e rivoli d’acqua che scorre accanto a questi petroglifi monumentali.

Lithics Intro

Il lavoro continua oggi a Chalcatzingo. Un archeologo attualmente al lavoro è Omar Espinosa, specializzato nello studio della litica, o pietra lavorata. Sta analizzando i litici trovati nel sito al fine di determinare le relazioni commerciali, la complessità del sito e altro ancora.

Sintonizzati sull’intervista di questa settimana con Omar sul podcast (attualmente disponibile solo in spagnolo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.